Ear Rings by Pauline Oliveros

di Marco Baldini e Luisa Santacesaria

[Proseguiamo il focus su Pauline Oliveros con un excursus sulla sua ricerca musicale e un piccolo approfondimento su Ear Rings, opera in programma sabato 14 dicembre nel concerto di Tempo Reale per Strings City]

Per tutti quelli che si sono occupati di musica di ricerca negli ultimi lustri, il nome di Pauline Oliveros è familiare. Lo sviluppo e la codificazione del suo metodo esteso di ascolto, il Deep Listening, sono alla base dell’approccio contemporaneo – sia pratico che teorico – a tutte le discipline che si occupano di suono, dalla musica contemporanea alla sound art, dalla psicoacustica all’ecologia sonora.

Cornista, fisarmonicista, compositrice innovativa e pioniera della sperimentazione elettronica, pensatrice e attivista lgbt: la poliedricità di Pauline Oliveros si è riflessa senza alcun tipo di incongruenza nel suo pensiero musicale che ha abbracciato in maniera mirabile improvvisazione, musica elettronica, sistemi di intonazione alternativi, meditazione e pratica politica fino alla elaborazione del sistema Deep Listening, pensato sin dalla fine degli anni Ottanta sulla base delle pionieristiche esperienze musicali passate, e innescato dalle riflessioni seguite alla registrazione effettuata nell’ottobre del 1988 con Panaiotis e Stuart Dempster. Le registrazioni furono fatte nella cisterna Fort Worden a Port Townsend, nello stato di Washington, che aveva un riverbero naturale di 45 secondi, e sono state raccolte in un disco dal titolo eponimo “Deep Listening”.

Ai tempi, la ricerca musicale di Pauline Oliveros era comunque già più che ampia: dopo essersi diplomata in corno e aver studiato composizione alla Moores School of Music dell’Università di Houston, all’età di 21 anni la Oliveros iniziò a sperimentare con i registratori a nastro e in seguito, nel 1962, fondò il San Francisco Tape Music Center insieme a Morton Subotnick e Ramon Sender. Quando il centro migrò nel Mills College, la Oliveros ne divenne direttrice.

Ear Rings è un lavoro che Pauline Oliveros scrive nel 1995, su commissione del Performance Space 122 di New York, per un organico aperto di “quattro esecutori di qualsiasi strumento o voce”. I quattro esecutori (denominati A, B, C e D) devono disporsi a coppie ed eseguire una sequenza di 7 ring (anelli), ciascuno della durata di circa 3 minuti, seguendo queste indicazioni:

Le combinazioni fra le coppie cambiano in ogni ring, fino a un massimo di 6 combinazioni. L’ultimo ring, della durata maggiore e non definita, è invece eseguito dall’intero quartetto. Secondo le indicazioni in partitura, ogni coppia suona insieme; quando entra un nuovo esecutore, c’è momento di transizione di circa 1 minuto dove i musicisti si sovrappongono creando un trio. Durante la transizione, un partner della coppia precedente smette di suonare in modo graduale, mentre il nuovo esecutore definisce un nuovo materiale per la nuova coppia. Per esempio, nella transizione fra il primo e il secondo ring, l’esecutore A smette di suonare circa un minuto dopo l’ingresso di C, che sceglie un nuovo materiale a cui B si adeguerà. Ogni coppia deve avere lo stesso suono mentre, nel quartetto finale, ciascun esecutore deve portare sia materiale sonoro già usato nelle coppie di cui ha fatto parte in precedenza, sia nuovo materiale. La durata del quartetto finale dovrebbe essere più o meno equivalente a quella dei 6 ring che l’hanno preceduto. In totale, quindi, la durata complessiva del pezzo è di circa 30′. Ear Rings è un lavoro completamente incentrato sulle scelte musicali degli esecutori e sulla loro capacità di interazione e ascolto reciproco. Basandosi esclusivamente su uno schema, senza indicazioni di materiali sonori o organico strumentale, ogni performance del brano si presenta come una versione completamente nuova e imprevedibile di esso.

 

TEMPO REALE FESTIVAL 2019 – suoni e musica di ricerca
BORDERSCAPE, Z

14 dicembre – Istituto Geografico Militare, ore 17.30, 18.30
► STRINGS CITY | FUTURE

Tempo Reale Electroacoustic Ensemble
Davide Baldazzi, Massimiliano Cerioni, Federico Pipia, strumenti estesi
Simone Faraci, sintetizzatore e coordinamento musicale

Pauline Oliveros, Ear Rings per quattro esecutori (1995)

 

 

Ear Rings by Pauline Oliveros ultima modifica: 2019-12-13T15:54:19+00:00 da Luisa Santacesaria

Lascia una risposta