Tempo Reale Festival 2019 (Y) | Bordersong

di Elena Raugei

Bordersong è uno degli appuntamenti previsti all’interno di Borderscape – Tempo Reale Festival Y 2019, dal 22 settembre al 2 ottobre a Firenze. Bordersong, nello specifico, si svolgerà sabato 28 settembre alla Limonaia di Villa Strozzi, a partire dalle ore 21.30.

Ad aprire la serata, i set dei tre vincitori del bando indetto la scorsa primavera da Tempo Reale: Francesco Altilio con la vocalist di origini ucraine Maryana Klochko, l’italo-svedese Timoteo Carbone e Stefano Mattozzi, selezionati appunto tra i partecipanti al concorso, giovani musicisti di area elettronica orientati a strutture pop-rock, caratterizzate dall’utilizzo della voce intesa innanzitutto come ulteriore strumento. L’obiettivo di Bordersong, infatti, nella miglior tradizione di ricerca del centro fiorentino, è quello di rivolgere l’attenzione alla sperimentazione applicata alla musica pop-rock, senza vincoli a rigide categorie di genere, com’è giusto che sia in un presente in cui correnti d’avanguardia e popular finiscono sempre più spesso per incrociarsi, oppure addirittura ibridarsi. Con la convinzione che la comunicazione artistica, diretta al maggior numero di ascoltatori possibile, sia a suo modo una tipologia di ricerca, se perseguita con approccio originale, non prevedibile. «Un’azione sperimentale è quella il cui risultato non è prevedibile», affermava John Cage. Niente di più, niente di meno.

Ospiti speciali, in chiusura, i dTHEd, autori di uno degli album più significativi del 2019. Hyperbeatz vol. 1, uscito il 10 maggio scorso per Boring Machines, si basa su forme compositive e ritmiche veramente all’avanguardia, anzi oltre le possibilità umane. Nel senso che queste forme e queste ritmiche non sono suonabili da esseri umani, in quanto al di fuori delle loro possibilità cognitive, sebbene restino umane perché campionate con moderni strumenti elettronici – dal sampling alle AI – partendo da strumenti reali. Formato da Fabio Ricci, Simone Lanari e Isobel Blank (tra le loro precedenti esperienze, vonneumann, Ask The White, Ant Lion, Sycamore Age, ecc.), il trio multimediale si è ispirato alla psicoacustica e al libro Iperoggetti, scritto da Timothy Morton nel 2013 e incentrato sul concetto delle elaborazioni sensoriali alternative. Quella dei dTHEd è hyper-musica, è arte per la neurodiversità che prosegue nella sua missione di stimolazione sensoriale anche attraverso video (in synch), wall-mapping, stampe, installazioni, laboratori e, ovviamente, live performance.

Per maggiori informazioni sull’evento, cliccare qui.
Per il programma integrale del Tempo Reale Festival 2019 “BORDERSCAPE” Y, cliccare qui.

Tempo Reale Festival 2019 (Y) | Bordersong ultima modifica: 2019-09-27T09:36:42+00:00 da Luisa Santacesaria

Lascia una risposta